Rassegna MareAperto2024-04-16T09:49:21+00:00

FESTIVAL, XV EDIZIONE

20 APRILE > 10 MAGGIO

SPRING EDITION

20 Aprile

PERSEPHONE

di Luigi Cinque, Stefano Saletti, Urna Chahar-Tugchi

27 APRILE

LUCA BASILE

Il viaggio

4 MAGGIO

SAMUEL MELE

Il Santo sforzo di capire cosa sia l’amore

10 MAGGIO

CLARA GRAZIANO

Al ritmo della luna

 

Parte il 20 aprile la XV edizione di MareAperto, il festival organizzato da Manigold, associazione culturale di Lecce che da anni si occupa della promozione di progetti dedicati alla world music d’autore e contemporanea, tanto da istituire un Premio ad essi dedicato dal 2020, il Premio MareAperto.

Quattro live in programma per la Spring Edition 2024 del festival che si terranno, dal 20 Aprile al 10 Maggio presso il Museo Castromediano di Lecce tutti ad ingresso gratuito con inizio alle ore 20.30. Una programmazione ricca di appuntamenti che, come di consueto, puntano a indagare le matrici comuni condivise dalle culture dei paesi nell’area adriatica e mediterranea.

Si parte sabato 20 Aprile con PERSEPHONE, un progetto di Luigi Cinque, Stefano Saletti, Urna Chahar-Tugchi, tre artisti che hanno fatto della capacità di esplorare linguaggi e mondi differenti il loro tratto distintivo. Un lavoro che attraversa i mari e le steppe, che porta a viaggiare dalla Mitteleuropa al nostro Sud, all’Africa, agli echi del minimalismo contemporaneo, all’Oriente.

Persephone si racconta con i suoni e le voci di Cinque e Saletti e il commento di una delle più straordinarie e riconosciute “vocalist” della world music e del contemporaneo, Urna Chahar-Tugchi, mongola e al contempo cittadina del mondo, avendo vissuto tra Cina, Germania, Regno Unito, Egitto, Italia.

È essenzialmente un lavoro che cammina ai confini di specifiche etichette e stili. È il frutto dell’incontro tra Luigi Cinque, uno dei compositori, strumentisti più rappresentativi (con la sua musica transgenica) della frontiera tra antropologia della musica, scrittura musicale, parola, poetry, cinema e nuove tecnologie applicate e il musicista e compositore Stefano Saletti, profondo conoscitore degli strumenti e delle tradizioni musicali dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Sabato 27 Aprile, sempre presso il Museo Castromediano di Lecce alle 20.30 ospite Luca Basile. Affiancato da Domenico Stricchiola (chitarra, synth, e sequenze), Domenico Rizzo (violino), Andrea Rizzo (synth e chitarra), Tommaso Reho (pianoforte) e Angelo De Grisantis (batteria e percussioni), il violoncellista e compositore presenterà i brani del suo album d’esordio “Il Viaggio”. In questo progetto il musicista tarantino porta a sintesi la sua consolidata maturità artistica e le sue esperienze musicali precedenti (alle spalle tre dischi con il progetto Elegy of Madness), in un lavoro di ampio respiro, pubblicato dall’etichetta torinese INRI Classic, prodotto da Arten e distribuito da Universal.  Costantemente impegnato nella ricerca e nella sperimentazione del violoncello, Basile è un artista poliedrico, capace di spaziare dal pop al rock/metal, dall’elettronica alla musica classica.

Sabato 4 maggio, in calendario la presentazione dell’ultimo lavoro discografico di Samuel Mele dal titolo IL SANTO SFORZO DI CAPIRE COSA SIA L’AMORE Tra canzone d’autore, Medioriente, Mediterraneo, Sudamerica e spiritualità il disco d’esordio del giovane musicista salentino. Una raffinata e emozionante ricerca umana e artistica

 Un debutto nel quale il seme della forma-canzone si arricchisce e acquisisce radici tradizionali, folk, world: un personalissimo primo album con il quale il musicista salentino distilla armonie sudamericane, sonorità mediterranee e in particolare mediorientali provenienti da strumenti inconfondibili come oud e ney. Nato nel 1995 nella Grecìa Salentina, Samuel Mele è una figura di estremo interesse: studente di Etnomusicologia e Musicoterapia, autore, compositore e suonatore di oud, ney, chitarra e altri strumenti a corde pizzicate del mediterraneo e del medioriente, ha intrapreso viaggi e studi tra Italia e Grecia per trovare senso e direzione per la propria musica.

A chiudere la rassegna venerdi 10 Maggio il quartetto di Clara Graziano dal titolo Al ritmo della luna. Nuovo progetto discografico per Clara, organettista e autrice, che trasferisce nella musica che propone quella sfera emozionale che appartiene ad un mondo femminile, proponendo così un nuovo e originale modo di utilizzare lo strumento musicale sia attraverso le sue originalissime composizioni, nei quali spicca un raffinato gusto esecutivo, sia attraverso l’interpretazione di repertori popolari dell’Italia centro meridionale.

Il festival, sostenuto dal Nuovo Imaie, è in collaborazione con il Museo Castromediano di Lecce, Blogfoolk e la Rete Italiana della World Music. Info: info@manigold.it; festivalmareaperto@gmail.com; 347/5468393.